Top
I castelli della Loira: visita i più belli!

I castelli della Loira: visita i più belli!

Questo post ti descrive i nove castelli della Loira che ho visitato: ti lascio tutte le informazioni per visitare questi magnifici castelli ricchi di storia. Non avevo mai visitato i castelli della Loira: dopo aver visitato ben nove castelli, devo ammettere che era una gran bella lacuna!

Nella zona della Loira vi sono oltre 300 castelli. La storia di gran parte dei castelli della Loira risale al XV secolo: i reali si spostarono verso Parigi ma, allo stesso tempo, vollero mantenere la Loira come luogo di villeggiatura. Molti dei castelli della Loira, infatti, sono stati costruiti come casini di caccia.

Alcuni dei castelli della Loira sono andati distrutti con la Rivoluzione Francese del 1789; altri, come quello di Chenonceau, sono stati risparmiati sia dai rivoluzionari sia dai nazisti durante la Seconda guerra mondiale.

I nove castelli della Loira sono abbastanza lontani tra loro: la distanza tra Chambord e Angers supera i 200 chilometri. La Loira è anche un paradiso per gli amanti del cicloturismo, come descrivo in questo post!

Ecco ora l’elenco dei castelli della Loira che ho visitato: l’ordine è geografico, in quanto vengono descritti da est a ovest.

 

 I castelli della Loira: il castello di Chambord

Il castello di Chambord è il più grande castello della Loira. Fu costruito a partire dal 1519 su ordine del re Francesco I. Il castello di Chambord è stato costruito nei pressi del fiume Cosson, affluente prima del Beuvron e poi della Loira. La costruzione del castello costò la vita a molti lavoratori: la zona di Chambord, infatti, era affetta da malaria.

Il castello di Chambord fu costruito come sede vacanziera reale, per l’esattezza per le sortite di caccia del re. Fu saccheggiato durante la Rivoluzione Francese, ma non subì gravissimi danni. All’interno del castello spicca subito per bellezza e dimensione la scala centrale a doppia elica: fu probabilmente progettata da Leonardo da Vinci.

L’interno è ulteriormente arricchito dalle maestose stanze reali. A mio parere, però, la parte più bella è al secondo piano: qui è possibile ammirare da vicino le guglie dei tetti e un bellissimo panorama sui giardini reali. Il castello di Chambord è aperto tutto l’anno tranne il primo gennaio, il 27 novembre e il 25 dicembre. E’ possibile comprare il biglietto qui, al costo di 16 euro. La durata consigliata della visita del castello di Chambord è di due ore e mezza: vi sono dei ristoranti e bar vicino alla biglietteria.

 

 I castelli della Loira: il castello di Cheverny

Il castello di Cheverny dista circa venti chilometri dalla Loira ma fa comunque parte del patrimonio Unesco dei castelli della Loira. Il castello di Cheverny risale al XVII secolo: è, quindi, uno dei castelli più recenti. Il cartone TinTin è ambientato in questo castello.

Tra i vari proprietari del castello spicca per importanza la famiglia Hurault: gli stemmi della famiglia sono ammirabili nel grande salone, nella scalinata principale e nella sala da pranzo. Gli interni sono molto curati: vi è anche una camera del re, mai utilizzata da alcun re (solo Enrico IV passò per questo castello, senza fermarsi).

La grande caratteristica del castello di Cheverny è data dal suo immenso parco. Durante la visita è possibile fare anche una gita in barca, che permette di attraversare un piccolo canale. Il parco è caratterizzato da immense sequoie. Vi è anche l’orangerie, che era riservata ai ricevimenti.

Il castello di Cheverny ha ospitato varie opere d’arte, minacciate dai combattimenti della Seconda guerra mondiale.

L’ingresso al castello di Cheverny e ai suoi giardini costa 14 euro, ed è aperto tutto l’anno (informazioni qui).

La visita del castello di Cheverny dura circa due ore.

 

 I castelli della Loira: il castello di Blois

Il castello di Blois è uno dei castelli più importanti della Loira. Blois fu residenza di molti reali francesi: lo stesso castello è stato teatro di uno degli omicidi più sanguinosi della storia. La sua costruzione risale al XIII secolo e negli anni è stato centro di importanti incontri, diplomatici e non. Nel 1588, ad esempio, furono uccisi qui, su ordine reale, il duca di Guisa e suo fratello, il cardinale di Lorena. I loro corpi furono bruciati nei camini, mentre le ceneri furono disperse nelle vicinanze.

La costruzione del castello necessitò vari secoli. Per questo motivo il castello di Blois è un insieme di vari stili: gotico, gotico fiammeggiante, rinascimentale e neoclassico. Visitando il castello di Blois è possibile è possibile ammirare le varie stanze reali, la cappella, uno splendido punto panoramico su Blois e sulla Loira. L’elemento architettonico più particolare e più affascinante è, a mio parere, la scala a chiocciola esterna: ricorda quella del castello di Chambord.

La visita del castello di Blois dura circa un’ora e mezza: è possibile comprare il biglietto qui, al costo di 14 euro.

 

 I castelli della Loira: il castello di Chenonceau

Anche il castello di Chenonceau non si trova esattamente sulla Loira. Infatti, questo magnifico castello si trova sulle sponde della Cher, che sfocia nella Loira presso Villandry.

Il castello di Chenonceau è stato costruito a partire dal 1515 su idea del tesoriere del re, Thomas Bohier: il castello è stato costruito per sua moglie, Catherine Briçonnet. Nel 1526 il castello di Chenonceau passò ai reali in quanto gli eredi di Bohier erano fortemente indebitati. Il castello di Chenonceau è definito il castello delle dame: vissero qui l’amante di Enrico II (Diane Poitiers), la vedova di Enrico II (Caterina dei Medici) e la moglie di Enrico III (Luisa di Lorena).

Il castello di Chenonceau si salvò dai rivoluzionari grazie alla sua posizione: fungeva da ponte lungo la Cher. Per lo stesso motivo si salvò dalla distruzione nazista: il castello delimitava la zona della Francia occupata con quella ancora libera.

Visitando il castello di Chenonceau è possibile ammirare gli splendidi giardini di Caterina de Medici e di Diana, la stanza reale di Francesco I (lo stesso di Chambord), la galleria che univa le due sponde del fiume ed un labirinto. Sicuramente Chenonceau è uno dei castelli più belli della Loira.

La visita del castello dura circa due ore: a differenza del castello di Chambord è decisamente consigliato prenotare la visita, che costa 15,50 euro.

 

 Mappa dei castelli della Loira

Ecco una mappa che posiziona i castelli della Loira. Più in basso puoi trovare una mappa con i posti migliori per bere, mangiare e dormire.

 

 I castelli della Loira: il castello di Villandry

Il castello di Villandry fu completato nel 1536 ed è stato l’ultimo castello rinascimentale della Loira. A differenza di molti altri castelli della Loira, il castello di Villandry non ha origini reali. Fu, infatti, posseduto da varie famiglie benestanti: una di queste, la Hainguerlot, cadde in rovina lasciando di conseguenza il castello in condizioni non buone.

Nel 1906 il castello di Villandry era addirittura minacciato di demolizione: l’intervento del medico Joachim Carvallo salvò il castello. Carvallo restaurò il castello di Villandry: in particolare, grazie alla sua mano furono creati degli splendidi giardini, tuttora ammirabili.

La bellezza del castello di Villandry, infatti, sta nei suoi splendidi giardini. E’ possibile ammirarli dalla terrazza panoramica in cima al castello e, inoltre, passeggiare al loro interno. L’orario di apertura del castello di Villandry rende onore alla bellezza dei giardini: è possibile restare nei giardini del castello di Villandry fino all’orario del tramonto (anche se la biglietteria chiude alle 18).

Il biglietto di ingresso costa 13 euro: il castello è chiuso solo il 25 dicembre (informazioni qui).

 

 I castelli della Loira: il castello di Azay-le-Rideau

Il castello di Azay-le-Rideau è uno splendido esempio di castello rinascimentale della Loira. Anche in questo caso, però, non è esattamente un castello della Loira. Infatti, il castello di Azay-le-Rideau è situato su un piccolo isolotto del fiume Indre.

Il castello di Azay-le-Rideau, oltre ad avere una magnifica parte esterna, vanta degli arazzi del XVI secolo splendidi.

Il suo interno era molto apprezzato dagli artisti e dagli scrittori: Balzac, in particolare, amava la sua scalinata, caratterizzata da rampe rette.

La visita del castello di Azay-le-Rideau è relativamente breve: consiglio un’oretta. Il biglietto del castello di Azay-le-Rideau costa 11,50 euro ed è acquistabile qui.

 

 I castelli della Loira: il castello di Ussè

Poco distante dal castello di Azay-le-Rideau vi è il castello più adatto alle favole: il castello di Ussè, infatti, è famoso per aver ispirato ‘La bella addormentata nel bosco’.

Costruito in stile medievale – rinascimentale, il castello vanta dei giardini molto curati, una cappella gotica, una stanza del re (nessun re venne però a visitare il castello) e delle grandi sale dedicate alle cene di galà con gli ospiti. Uno di questi era lo scrittore Charles Perrault: durante una sua visita prese ispirazione dall’architettura del castello per scrivere ‘La bella addormentata nel bosco’.

Tuttora è possibile ammirare dei manichini che raccontano la storia della favola: personalmente non li ho molto apprezzati!

L’ingresso al castello di Ussè costa 14 euro, ed è visitabile da metà febbraio ai primi giorni di novembre: qui ci sono tutte le informazioni.

La visita al castello di Ussè è lunga circa un’oretta.

 

 I castelli della Loira: il castello di Saumur

Benvenuti al castello della Loira con la vista più bella. Il castello di Saumur, infatti, grazie alla sua posizione privilegiata sopra la piccola cittadina di Saumur, vanta un punto panoramico meraviglioso sulla Loira. Consiglio vivamente di visitare la parte esteriore del castello di Saumur all’orario del tramonto: le viste sono semplicemente fantastiche!

Il castello di Saumur vanta una storia medievale e rinascimentale: le sue origini, infatti, risalgono al X secolo. All’interno del castello è possibile ammirare i bastioni difensivi, un museo delle arti decorative e del cavallo e un ulteriore punto panoramico sulla Loira e su Saumur.

Qui è possibile trovare informazioni sulla visita del castello di Saumur, il cui ingresso costa 8,50 euro.

 

 I castelli della Loira: il castello di Angers

Il castello di Angers è a mio avviso uno dei castelli più belli della Loira. Esteriormente è una vera e propria fortezza difensiva: le sue mura possenti sono abbellite da giardini molto ben curati. L’interno, però, vanta il meraviglioso arazzo dell’Apocalisse. Quest’arazzo, che risale al XIV secolo, racconta l’apocalisse di San Giovanni: la sua lunghezza è impressionante (140 metri) e le raffigurazioni lasciano a bocca aperta da quanto sono belle.

Oltre all’arazzo è possibile apprezzare anche la bella cappella medievale. Il castello di Angers offre un punto panoramico spettacolare sulla città vecchia di Angers e sul fiume Maine.

L’arazzo di Angers mi ha ricordato quello che avevo visto a Bayonne, in Normandia.

La visita del castello merita un’ora e mezzo di tempo: i biglietti costano 9 euro e sono acquistabili qui. 

 

OLTRE AI CASTELLI DELLA LOIRA POTREBBERO INTERESSARTI ….

 

Il lago di Serre-Poncon!

La Bretagna e la Normandia!

 

INFORMAZIONI UTILI SU COME VISITARE I CASTELLI DELLA LOIRA

 

  • Quali sono i castelli più belli della Loira? Chenonceau, Chambord e Azay-le-Rideau sono i castelli più belli della Loira, a mio avviso!

 

  • Quanto tempo dedicare ai castelli della Loira? Per visitare i castelli della Loira servono almeno cinque giorni.

 

  • Il metodo migliore per visitare i castelli della Loira è con un’automobile: dall’Italia bisogna calcolare almeno dieci ore di tempo, oppure volare a Parigi e noleggiare un’automobile.

 

  • Vi è anche la possibilità di visitare i castelli della Loira in bici. In Francia il progetto ‘Loire à velo’ funziona molto bene: quasi tutti i castelli sono raggiungibili con piste ciclabili. Da Blois ad Angers vi sono circa 250 chilometri di bici, quasi tutti pianeggianti: in questo modo è possibile ammirare ben sei castelli.

 

  • Se vuoi visitare i castelli della Loira in bici, la cosa migliore è raggiungere Blois in treno da Parigi, pedalare fino ad Angers, ed in seguito treno da Angers a Parigi. Detour de Loire a Blois affitta biciclette.

 

 

  • La stagione migliore per visitare i castelli della Loira è l’autunno, oppure la primavera: d’estate le temperature potrebbero essere molto alte (anche se non ai livelli del sud della Francia) e i castelli troppo affollati.

 

  • I luoghi migliori per dormire nella Loira sono Blois, Amboise, Saumur e Angers. Qui sotto lascio una mappa con i posti migliori dove mangiare, dormire e bere qualcosa. In particolare, per bere consiglio Food&Brew a Blois, Art is an Ale Brewing ad Amboise, Pub le Saint Pierre a Saumur; per mangiare consiglio Poivre et Sel a Blois, le Lion d’Or ad Amboise, la Ferme ad Angers; per dormire spicca Hotel Anne de Bretagne a Blois.

 

 

2

Andrea, un viaggiatore da lungo tempo con una grande passione per trekking, bici e diving! Su travelsbeer.com potrete trovare tutte le informazioni e gli itinerari di viaggio scritti da Andrea: cinque continenti e tante vette conquistate intorno al mondo!

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.