Top
Cosa vedere a Tbilisi in due giorni

Cosa vedere a Tbilisi in due giorni

 

Tbilisi, la capitale della Georgia, è una perfetta base per conoscere il Paese caucasico: allo stesso tempo, però, l’elenco di cosa vedere a Tbilisi in due giorni dimostra che la capitale georgiana merita assolutamente una visita!

La proporzione tra gli abitanti di Tbilisi e quelli della Georgia è sorprendente. Infatti, in tutta la Georgia vivono 3,7 milioni di persone: di queste, ben 1,1 vivono nella sua capitale. Tbilisi, quindi, è la città più importante della Georgia, con margine!

Tbilisi è una città piacevole da visitare. Il suo centro storico è ricco di strade ciottolate e pedonali, e si possono trovare tantissimi luoghi dove mangiare e bere ottimamente!

 

 Cosa vedere a Tbilisi: ponte della Pace

Inizio l’elenco di cosa vedere a Tbilisi con il ponte della pace. Questo ponte, infatti, è stato costruito nel 2010 da un architetto di Angera, mia cittadina nativa (ecco cosa vedere ad Angera). L’architetto Michele De Lucchi, infatti, costruì questo ponte avveniristico che collega la città vecchia di Tbilisi al parco Rike. Onestamente, ho scoperto che il ponte non è molto apprezzato dagli abitanti di Tbilisi, che reputano troppo nuova la costruzione.

Personalmente, consiglio di ammirare il ponte passeggiandoci di giorno e osservandolo di notte dal ponte Metekhi.

 

 Cosa vedere a Tbilisi: piazza Maidan

Piazza Maidan è, probabilmente, il luogo più conosciuto di Tbilisi. Piazza Maidan viene spesso considerata il centro nevralgico di Tbilisi e, con viale Rustaveli, è spesso teatro delle proteste georgiane (soprattutto dopo la guerra del 2008 contro la Russia). Presso Piazza Maidan è possibile trovare vari bar e ristoranti e, soprattutto, ammirare il centro di Tbilisi: di notte sembra un presepe illuminato!

Piazza Maidan è storicamente un luogo importante per il commercio: da qui partivano le attività commerciali della famosa Via della Seta.

 

 Cosa vedere a Tbilisi: Metekhi e Europe Square

A due passi di distanza da Piazza Maidan vi è il ponte Metekhi. Da qui le visite sul ponte della pace sono strepitose! A destra del ponte Metekhi vi è la chiesa omonima, che risale al XIII secolo. Dalla chiesa Metekhi è possibile ammirare la fortezza di Tbilisi e il fiume Kura.

Alla base della chiesa di Metekhi vi è ‘Europe Square’. Sebbene non sia bellissima, è molto interessante. Infatti, questa piazza è un simbolo della volontà georgiana di unirsi all’Unione Europea. Dopo la guerra del 2008 molti georgiani vorrebbero far parte dell’Europa. In questa piazza è possibile osservare tantissime bandiere europee e un pezzo del muro di Berlino, voluto fortemente dal governo georgiano per ricordare il periodo della Germania divisa in due.

Da Europe Square parte la funivia che raggiunge la fortezza di Tbilisi (il costo è di circa due euro).

 

 Cosa vedere a Tbilisi: Cattedrale della Santissima Trinità

Partendo da ‘Europe Square’ è possibile raggiungere, camminando per circa venti minuti (in salita), uno dei miei luoghi preferiti di Tbilisi. La Cattedrale della Santissima Trinità, infatti, merita assolutamente una visita. Sebbene sia recente (la costruzione è stata iniziata nel 1995) e nonostante sia di dimensioni enormi (è la terza chiesa ortodossa più grande al mondo) è, a mio avviso, molto interessante.

La Cattedrale della Santissima Trinità, infatti, è circondata da dei giardini che rendono molto piacevole la visita. Il panorama di Tbilisi, inoltre, è molto interessante da qui!

In tutti i monumenti religiosi non sono ammessi pantaloncini corti e spalle scoperte.

 

 Cosa vedere a Tbilisi: chiese di Sioni e Anchiskhati

Nel centro storico di Tbilisi vi sono due chiese storicamente e architettonicamente molto importanti. La origini della Cattedrale di Sioni risalgono addirittura al VI secolo, ma è stata distrutta e rimaneggiata più volte nel corso dei secoli. La Cattedrale di Sioni fu uno dei pochissimi luoghi religiosi attivi anche durante l’epoca sovietica. Vanta due campanili, uno risalente al XV secolo e il secondo al XIX secolo.

La basilica di Anchiskhati, invece, è la chiesa ortodossa più antica di Tbilisi. Risale al VI secolo e fu modificata totalmente con le ricostruzioni avvenute nel 1870. A differenza della Cattedrale di Sioni, la basilica di Anchiskhati non era funzionante durante l’epoca sovietica: venne utilizzata come museo di prodotti di artigianato. L’ingresso è gratuito in entrambe le chiese.

 

 Cosa vedere a Tbilisi: old town e torre dell’orologio

Il percorso che collega le due chiese appena citate è il vero e proprio nucleo della vecchia Tbilisi. In particolare, la via di Erekle II è il centro delle attività turistiche di Tbilisi. La camminata che va da una chiesa all’altra è veramente piacevole! Infatti, il centro storico di Tbilisi è caratterizzato da vie pedonali e da tanti balconi, finemente costruiti.

Nei pressi della basilica di Anchiskhati vi è uno dei simboli di Tbilisi. La torre dell’orologio, infatti, è molto particolare. La struttura della torre è, di per sé, fatiscente. Dal 2010 vi è, però, un bellissimo orologio che rende molto interessante e bella la torre, voluta dall’artista Rezo Gabriadze. Nei pressi della torre vi è un teatro delle marionette, costruito sempre da Gabriadze.

A ogni ora è possibile osservare un angelo che suona le campane, mentre alle 12 e alle 19 è possibile osservare un piccolo show di burattini che rendono ancora più pregevole l’opera! La torre dell’orologio merita assolutamente una visita: la sua struttura ricorda come la vita sia imprevedibile e ricca di eventi!

 

 Cosa vedere a Tbilisi: Piazza della Libertà

A dieci minuti di distanza dalla torre dell’orologio vi è un’altra piazza di Tbilisi molto importante. Piazza della Libertà, infatti, ospita il municipio e il monumento di San Giorgio che uccide il drago. La piazza è molto bella, anche se è decisamente trafficata.

Piazza della Libertà è storicamente molto importante. Deve il nome all’indipendenza ottenuta dalla Georgia alla fine della Prima Guerra Mondiale: fu, però, un successo momentaneo. Durante il periodo sovietico la piazza fu rinominata Piazza Lenin. Solo nel 1991 divenne nuovamente Piazza della Libertà. Da questa piazza nasce Rustaveli Avenue, famosa per ospitare il parlamento georgiano e, soprattutto, le rivolte antisovietiche del 1989 e 1991.

Nei pressi di Piazza della Libertà vi sono tantissimi bar (birrerie spettacolari!) e ristoranti. Proseguendo a leggere, ti elenco i posti migliori e, inoltre, puoi trovare una mappa di cosa vedere a Tbilisi.

 

 Cosa vedere a Tbilisi: la fortezza e Madre Georgia

La fortezza di Narikala è un altro dei simboli di Tbilisi. La sua storia è fortemente intrecciata con quella della Georgia. Venne inizialmente costruita nel IV secolo, ma venne distrutta varie volte nel corso dei secoli. La fortezza attualmente (giugno 2024) non è accessibile in quanto ci sono in atto dei lavori di ristrutturazione delle mura. Il modo migliore più facile per raggiungere la fortezza è quello di prendere la funivia da Europe Square. Io ho, invece, preferito camminare: da Maiden Square dovresti calcolare almeno mezzora, in salita. Nel tragitto puoi ammirare la splendida Chiesa di Betlemme e, inoltre, il monumento dedicato a Madre Georgia (Kartlis Deda). Questa statua è alta ben venti metri e rappresenta una donna con in mano un bicchiere di vino e una spada (raffigurando, in tal modo, l’ospitalità georgiana e la volontà di difendere la propria terra).

Sempre nei pressi della fortezza e del monumento vi è l’entrata all’orto botanico (costo quattro euro). Le viste da Madre Georgia sono spettacolari!

 

 Cosa vedere a Tbilisi: i bagni termali

Una visita a Tbilisi non può definirsi completa senza visitare almeno un bagno termale. Ancora una volta, la storia georgiana si interseca con un luogo da visitare. Infatti, la leggenda dice che Tbilisi venne fondata nell’attuale luogo grazie al falco del re Gorgasali. Questo monarca stava cercando le sorgenti termali, che furono scoperte dal suo sfortunato falco. Tbilisi, infatti, significa, luogo caldo.

Ho personalmente voluto provare un bagno termale. Ho scelto Orbeliani Baths (all’esterno la struttura sembra una moschea). Al prezzo di circa 60 euro ho potuto usufruire di un massaggio di mezzora (ottimo) e un’ora in una stanza privata: qui ho avuto la possibilità di bagnarmi in una vasca piena di acqua sulfurea. Bell’esperienza!

La piazza davanti a Orbeliani, distante solo cinque minuti a piedi da Maiden Square, è molto bella: il mix di acqua e cupole dei bagni termali rende molto piacevole il tutto!

 

 Cosa vedere a Tbilisi: Chronicles of Georgia

Fuori dal centro storico di Tbilisi è possibile visitare il monumento Chronicles of Georgia. Quest’opera viene anche chiamata affettuosamente la Stonehenge georgiana. Il monumento vuole ricordare la cultura georgiana: fu costruito nel 1985 ed è alto più di 30 metri.

Nelle vicinanze del monumento vi è un lago artificiale, molto amato dagli abitanti di Tbilisi. Per raggiungere Chronicles of Georgia è possibile prendere un taxi (consiglio l’app Bolt) da Tbilisi: aspettati di pagare circa 15 euro tra andata e ritorno. Spesso Chronicles of Georgia fa parte di un tour giornaliero che permette di conoscere Gori e Uplistsikhe.

Qui puoi vedere un VIDEO.

 

INFORMAZIONI UTILI SU COSA VEDERE A TBILISI

 

  • Tbilisi è una città interessante. Merita a mio avviso due giorni di visita. Potresti utilizzare Tbilisi come base per visitare i luoghi più interessanti della Georgia, tornando in serata a Tbilisi.

 

  • Il centro di Tbilisi è relativamente piccolo. Tutte le destinazioni sopra segnalate sono raggiungibili a piedi, a parte Chronicles of Georgia. Madre Georgia e la fortezza sono raggiungibili grazie alla funivia.

 

  • Le stagioni migliori per visitare Tbilisi sono primavera e autunno. D’estate le temperature salgono facilmente sopra i 35 gradi, mentre d’inverno il freddo potrebbe essere molto rigido.

 

  • La cucina georgiana è fantastica! A Tbilisi ho mangiato divinamente a Khinkali Bar e Khinkali House (ovviamente consiglio di provare il khinkali, una sorta di gnocco gigante ripieno di carne o verdure). Sakhli #11 e Ninia’s Garden sono due ristoranti di ottimo livello dove è possibile provare altre delizie georgiane: gli stufati di carne e le salsicce di interiora sono cosa divina!

 

  • Bere in Georgia è un paradiso! Inizio con suggerire Modi’s wine, a due passi da Maiden Square: il vino georgiano è superlativo! Le birrerie di Tbilisi che ho preferito sono Sma, Tsota Tsota, 2 Tones. Aggiungo sicuramente anche quella di Envoy Hostel: il terrazzo dell’ostello è spettacolare! A Maclaren Pub, a due passi da Maiden Square, è possibile vedere partite di calcio e bere la tipica grappa georgiana: ottima!

 

 

 

 

  • Ecco una mappa di cosa vedere a Tbilisi!

2

Andrea, un viaggiatore da lungo tempo con una grande passione per trekking, bici e diving! Su travelsbeer.com potrete trovare tutte le informazioni e gli itinerari di viaggio scritti da Andrea: cinque continenti e tante vette conquistate intorno al mondo!

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.