Top
Lofoten in inverno, cosa vedere

Lofoten in inverno, cosa vedere

Le Lofoten in inverno sono una meraviglia: in questo blog descrivo cosa vedere in un itinerario di cinque giorni. Le Lofoten si trovano sopra il circolo polare artico: infatti, il piccolo paese di A, il più meridionale delle Lofoten, si trova a 67°N, ossia un grado sopra il circolo polare artico.

Questo fa sì che a cavallo del 21 dicembre il sole non sorge. Questo non significa che vi sia sempre buio. Anche nel giorno del solstizio invernale, infatti, vi sono circa quattro ore di luce. Consiglio vivamente di utilizzare questo sito per vedere gli orari di luce, utilizzando la colonna ‘civil’.

Questa luce è molto particolare: ho avuto la fortuna di visitare le Lofoten con meteo eccellente e i colori del cielo sono magnifici, in quanto vi è costantemente una luce rossastra nel cielo, come se fosse un infinito crepuscolo.

Visitando le Lofoten in inverno è possibile, con un po’ di fortuna, vedere l’aurora boreale. Questo spettacolare fenomeno celeste è visibile da fine agosto a inizio aprile. Durante il mio recente viaggio, dove ho coordinato un gruppo di Backpacker Adventure, ho avuto la fortuna di vederla ben quattro volte! Con questo post vorrei dimostrare che, sebbene l’aurora sia sicuramente la ciliegina sulla torta, un viaggio alle Lofoten in inverno è spettacolare anche nel caso in cui non si riescano a vedere le luci del nord!

 

 Cosa vedere alle Lofoten in inverno: A

L’elenco di cosa vedere alle Lofoten in inverno inizia da A, quindi da sud. A (con una piccola o sopra la lettera: nell’alfabeto norvegese è l’ultima lettera, quindi perfettamente ubicato nella geografia delle Lofoten), oltre a essere il nome di paese più corto al mondo, merita assolutamente una visita. A è un piccolo insediamento di pescatori, caratterizzato da tante rorbuer rosse, abitazioni utilizzate da chi andava a pesca già secoli fa. Ammirare le prime luci del giorno da A in una giornata invernale è una delle cose da non perdere alle Lofoten. D’estate, invece, è possibile ammirare un museo dedicato ai pescatori e un museo dello stoccafisso. Ecco un video che mostra la bellezza di A!

La visita di A merita un’oretta.

 

 Cosa vedere alle Lofoten in inverno: Reine

Circa venti minuti di automobile a nord di A si trova Reine. Sebbene il centro abitato non sia così interessante, la posizione di Reine è invidiabile. Vi è, infatti, un porticciolo sovrastato dal Reinebringen, una magnifica montagna. Vi sono due punti panoramici spettacolari: il primo permette di ammirare la laguna di Reine, il secondo permette di apprezzare il porticciolo.

Il Reinebringen è meta di un magnifico trekking nella stagione estiva.

 

 Cosa vedere alle Lofoten in inverno: Hamnoy

A soli cinque minuti di auto da Reine, sempre andando verso nord, vi è un altro paese di pescatori, Hamnoy. Questo centro è attraversato da due ponti che offrono viste superlative sull’abitato, sulle montagne circostanti e sul fiordo. Tuttora è possibile apprezzare il pesce locale presso Anita’s Sjomat, un ristorante famoso soprattutto per le sue specialità ittiche. Di fianco ad Anita’s Sjomat vi è la casa gialla delle Lofoten più apprezzata da chi ama Instagram.

 

 Cosa vedere alle Lofoten in inverno: Ramberg

Le Lofoten sono famose per le loro spiagge bianche e per l’acqua cristallina. D’inverno, ovviamente, questi colori non sono così belli come nella stagione estiva. Ramberg, però, ospita una delle spiagge più belle delle Lofoten e merita comunque una passeggiata anche d’inverno: poche volte capita di camminare su una spiaggia ghiacciata!

Nelle vicinanze di Ramberg vi è la chiesa di Flakstad, costruita nel XVIII secolo con il legno arrivato direttamente dai fiumi siberiani che sfociano nell’Artico.

 

 Cosa vedere alle Lofoten in inverno: Nusfjord

Nusfjord è la prima deviazione dalla E10, la strada principale delle Lofoten. Questo piccolo borgo si trova sei chilometri fuori la E10, e merita la deviazione! Questo centro di pescatori è bellissimo nella stagione invernale, quando vi sono meno turisti: infatti, per evitare l’eccessivo affollamento turistico è stato imposto un biglietto d’ingresso di circa cinque euro.

Il centro abitato è caratterizzato da varie case colorate di rosso e di giallo, ammirabili soprattutto da un punto panoramico situato alla fine del paese: d’inverno bisogna stare attenti al ghiaccio e dei ramponcini sono utilissimi. A Nusfjord vi è anche un piccolo museo dedicato alla pesca.

La visita di Nusfjord merita circa un’ora.

 

 Cosa vedere alle Lofoten in inverno: on the road

La parte più bella delle Lofoten d’inverno è apprezzare i paesaggi. L’on the road alle Lofoten, infatti, è un vero e proprio sogno ad occhi aperti. Il punto panoramico Torvdalshalsen è uno dei più belli di tutte le Lofoten, in quanto permette di ammirare un panorama di 360 gradi su queste isole.

Dopo il ponte Sundklakk la strada FV861 porta nell’abitato di Gimsoya, sulle sponde atlantiche. Lo splendido on the road è completato dalla chiesa di Gimsoy, il cui colore bianco si associa perfettamente alla neve.

 

 Cosa vedere alle Lofoten in inverno: Henningsvaer

Henningsvaer è, a mio parere, il posto più bello di tutte le Lofoten, sia d’estate sia d’inverno. Gli otto chilometri della strada 816 che portano alla cosiddetta Venezia del nord sono un autentico spettacolo. D’estate Henningsvaer è la base perfetta per scalare il Festvagtind (qui le informazioni sulla scalata), che offre uno splendido panorama su Henningsvaer e il fiordo.

D’inverno, invece, Henningsvaer è perfetta per ammirare la piccola cittadina senza la quantità di turisti estiva. Passeggiare per le strade della piccola cittadina, vedere il porticciolo, arrivare al punto panoramico sopra lo stadio…entrano nella lista di cosa fare nelle Lofoten d’inverno!

A Henningsvaer vi sono anche una galleria d’artigianato e una d’arte che, però, d’inverno sono aperte solo su prenotazione. La visita di Henningsvaer merita almeno un paio di ore.

 

 Cosa vedere alle Lofoten in inverno: Kabelvag

Kabelvag è un’altra piccola cittadina da visitare alle Lofoten. Il centro è molto piccolo, ma vi è un porticciolo interessante e due piccoli parchi che rendono spettacolare l’atmosfera del paese nella stagione invernale. Oltre ad un paio di musei dedicati alle tradizioni locali, Kabelvag ospita un bellissimo faro e la cattedrale delle Lofoten.

 

 Cosa vedere alle Lofoten in inverno: Svolvaer

Svolvaer è la cosiddetta capitale delle Lofoten. Con i suoi 4.000 abitanti, Svolvaer sembra essere gigante rispetto a Reine, A, Henningsvaer eccetera. Sebbene non abbia il fascino dei piccoli villaggi delle Lofoten, Svolvaer è comunque una cittadina degna di nota. Si trova alla base del Svolvargeita, una montagna molto amata dagli scalatori. Inoltre, a Svolvaer vi è un bellissimo porticciolo e fa base a varie attività, quali le ciaspolate, la gita di due ore nel fiordo che permette di ammirare le aquile di mare oppure una minicrociera nel fiordo.

 

Oltre a cosa vedere alle Lofoten potrebbero anche interessarti …

 

Itinerario alle Lofoten e Senja d’estate

I fiordi norvegesi!

La Norvegia meridionale: un viaggio da Bergen a Stavanger!

L’artico norvegese in bici!

Cosa vedere a Capo Nord!

Cosa vedere a Tromso!

 

INFORMAZIONI UTILI SU COSA VEDERE ALLE LOFOTEN IN INVERNO

 

  • Per raggiungere le Lofoten è consigliabile prendere un volo fino a Bodo e poi fare la traversata in nave che porta a Moskenes. La traversata dura circa tre ore e un quarto: il mare potrebbe essere molto mosso.

 

  • Un’altra opzione per raggiungere le Lofoten è quella di volare a Narvik o Tromso e poi guidare, rispettivamente, per tre o sette ore fino a Svolvaer.

 

  • Il modo migliore per visitare le Lofoten è quello di noleggiare un’automobile. Vi sono degli autobus che collegano i centri principali, ma l’on the road delle Lofoten è un must! Bisogna stare molto attenti alla guida: le strade sono parecchio ghiacciate e, ogni tanto, si incontrano automobili bloccate fuoristrada. Il meteo norvegese potrebbe essere avverso: le previsioni più affidabili sono queste.

 

  • D’inverno consiglio di dormire fuori dai centri abitati. In questo modo è, infatti, possibile vedere l’aurora boreale. Personalmente consiglio Lofoten Cabins vicino a Svolvaer e Andoy Vest Rorbuer a Reine. Le previsioni dell’aurora boreale, purtroppo, non sono molto affidabili. Per avere un’idea della possibile attività solare consiglio di scaricare l’app aurora forecast. Questo è un video che dimostra la bellezza di una tipica rorbuer dove ho dormito.

 

  • Mangiare alle Lofoten costa carissimo. Un piatto e un mezzo litro di birra costano all’incirca 40 euro. Per questo motivo è molto meglio dormire in un appartamento. Bacalao a Svolvaer, comunque, merita un investimento: la cucina locale è ottima! Non è possibile comprare vino e liquori nei supermercati: vi sono dei negozi, chiamati ‘monopolio del vino’ che vendono i liquori. Non è possibile acquistare nessun tipo di alcolico dopo le 18 e nei festivi.

 

  • Le Lofoten sono un paradiso, ma non a buon mercato. Il costo medio di un viaggio di una settimana alle Lofoten si aggira sui 2.000 euro.

 

  • Un itinerario di base alle Lofoten in inverno merita almeno quattro giorni. Contando i voli e i trasferimenti per raggiungere le Lofoten, bisogna considerare almeno sei giorni.

 

  • Nel mio podio delle cose da vedere alle Lofoten in inverno spiccano Henningsvaer, A e Reine.

 

  • Le distanze alle Lofoten non sono esagerate. Da A a Svolvaer, infatti, bisogna calcolare circa due ore e mezzo. Qui di seguito lascio una mappa delle Lofoten.

 

3

Andrea, un viaggiatore da lungo tempo con una grande passione per trekking, bici e diving! Su travelsbeer.com potrete trovare tutte le informazioni e gli itinerari di viaggio scritti da Andrea: cinque continenti e tante vette conquistate intorno al mondo!

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.