Top
Costa della Patagonia argentina: cosa vedere vicino a Puerto Madryn

Costa della Patagonia argentina: cosa vedere vicino a Puerto Madryn

 

La costa della Patagonia argentina offre tantissime cose da vedere! A differenza del sud della Patagonia, la parte costiera regala tante attività anche a chi non ama fare i trekking. Se, infatti, un viaggio in Patagonia meridionale è adatto soprattutto a chi ama camminare, la costa della Patagonia argentina settentrionale vanta tantissime meraviglie visitabili senza sforzo!

 

 Costa della Patagonia argentina: Las Grutas 

Il mare della costa della Patagonia argentina mi ha sorpreso. Nella provincia di Rio Negro vi sono varie località balneari che meritano una visita: tra queste spiccano per bellezza Las Grutas e San Antonio Este. Entrambe le spiagge sono molto amate dagli argentini: a Las Grutas, in estate, conviene prenotare in largo anticipo. Questa zona dell’Argentina è caratterizzata dal fenomeno delle maree: queste possono essere alte anche otto metri, il che significa che la spiaggia può allungarsi, o accorciarsi, di circa 300 metri.

Las Grutas vanta una spiaggia bellissima, caratterizzata da piscine naturali e circondata da scogliere: il centro, inoltre, è decisamente carino. A San Antonio Este (distante un’ora da Las Grutas) vi sono varie spiagge meritevoli: Punta Perdices e Playa Las Conchillas sono le più belle. La seconda, in particolare, è bellissima al tramonto, quando il sole aumenta la bellezza di questa spiaggia ricca di conchiglie. Sempre a San Antonio Este vi sono un antico faro e una loberia: le otarie, però, si vedono solo da lontano.

Las Grutas si trova tre ore di auto a nord di Puerto Madryn.

 

 Costa della Patagonia argentina: Peninsula Valdes 

La Peninsula Valdes (POST DI APPROFONDIMENTO)  è uno dei gioielli della costa della Patagonia. Merita, a mio avviso, due giornate di visita. Vi è solo un centro abitato, Puerto Piramides: questo è un ottimo luogo per passare una o due notti, soprattutto da luglio a dicembre, quando vi è la possibilità di vedere la balena franca austral. Puerto Piramides è uno splendido paesino, caratterizzato da una bella spiaggia e magnifici tramonti. Nei pressi di Puerto Piramides, a circa dieci chilometri, vi è la loberia, da dove è possibile vedere le otarie e una splendida vista oceanica.

Nella Peninsula Valdes è possibile ammirare una colonia di 600.000 pinguini presso l’Estancia San Lorenzo (ingresso a pagamento, VIDEO dei pinguini), punti panoramici meravigliosi presso Punta Norte e Caleta Valdes, e un’altra piccola pinguinera presso Caleta Valdes. A Punta Norte e Caleta Valdes è possibile vedere otarie, elefanti marini e anche, con tanta fortuna, orche (da ottobre ad aprile).

Peninsula Valdes è caratterizzata da strade sterrate, dove bisogna guidare attentamente. Le distanze sono abbastanza larghe (75 chilometri da Puerto Piramides a Punta Norte) e quindi è consigliabile dedicare almeno una giornata e mezza alla visita di Peninsula Valdes. Poco dopo l’ingresso della penisola (il cui biglietto di ingresso costa circa 10 euro) vi è un centro di visitatori molto interessante: nei suoi pressi, a cinque chilometri di distanza, vi è un punto panoramico che dà sulla isla de Pajaros, resa famosa dal libro Piccolo Principe.

Puerto Piramides si trova a un’ora e un quarto da Puerto Madryn.

 

 Costa della Patagonia argentina: las toninas di Playa Union 

Partendo da Puerto Madryn, guidando un’ora in direzione sud è possibile trovare Puerto Rawson e Playa Union. La seconda è una spiaggia bellissima, con un lungomare spettacolare. Puerto Rawson, invece, è il punto di partenza delle escursioni che portano a vedere las toninas, ossia i delfini patagonici. Queste escursioni sono magnifiche e valgono la pena! Durano circa due ore: in questo lasso di tempo è possibile ammirare queste splendide creature interagire con le barche…molto emozionante! Ho fatto quest’esperienza con Toninas Adventures, consigliatissima!

Ecco un video delle toninas!

 

 Costa della Patagonia argentina: Ruta 1 e Camarones 

Continuando verso sud, è possibile seguire la Ruta 1, sterrata. Vi sono varie visite interessanti: Playa Escondida (con tanti elefanti marini da ottobre ad aprile), Punta Tombo (con una colonia di circa un milione di pinguini magellanici) e il piccolo paese di Camarones. Quest’ultimo centro vale assolutamente una visita! Infatti, il piccolo abitato è caratterizzato da tante case storiche, risalenti a circa 100 anni fa. E’ veramente un piacere camminare per le strade di questo piccolo paese, che vanta anche un museo Peron, che racconta la storia del politico argentino più famoso e più discusso.

Camarones è considerata la capitale del salmone e delle alghe argentino: camminando lungomare è possibile vedere lavoratori alle prese con le alghe. Nei pressi di Camarones, inoltre, vi è Cabo dos Bahias (ingresso due euro). Questo luogo, distante 30 chilometri da Camarones (strada sterrata: bisogna calcolare almeno 45 minuti) ospita una bellissima pinguinera e varie cale, come quella di Sara, dove è possibile ammirare la costa patagonica in tutta la sua bellezza.

 

 Costa della Patagonia argentina: Rada Tilly

Continuando verso sud si attraversa Comodoro Rivadavia. Questa città è abitata da circa mezzo milione di persone, ma non merita molto. Decisamente più bella è la vicina Rada Tilly. La sua spiaggia, innanzitutto, è fantastica: protetta da un promontorio e caratterizzata da sabbia, merita assolutamente una visita. Personalmente ho fatto un bagno a metà gennaio e ho trovato l’acqua gradevole (circa 18 gradi). Rada Tilly viene considerata la spiaggia di sabbia più australe al mondo. Nei pressi di Rada Tilly vi è la Reserva Natural Punta Marques (ingresso un euro) che vanta magnifiche viste oceaniche.

Questo è un video che mostra la bellezza di Rada Tilly!

 

  Escursioni partendo da Rada Tilly

Rada Tilly è un’ottima base per visitare altre meraviglie di questa zona dell’Argentina. A circa due ore e mezzo da Rada Tilly vi è il bosque petrificado di Sarmiento. Qui è possibile camminare (consiglio di dedicare almeno un’ora e mezzo di tempo) attraverso tronchi di alberi fossilizzati e diventati oramai pietra. Il paesaggio del bosque petrificado mi ha lasciato a bocca aperta per la sua bellezza! Lo consiglio vivamente. Per raggiungere il bosque petrificado è meglio passare via Sarmiento: la strada è decisamente migliore rispetto a quella suggerita da Google Maps.

Tre ore a sud di Rada Tilly vi è un’ulteriore perla della costa della Patagonia Argentina: Puerto Deseado. Questo piccolo e autentico borgo fa da base per le escursioni che portano a Isla Penguino, dove vi è il pinguino penacho giallo, e a Ria Deseado. Ho fatto la seconda escursione, che è durata due ore e mezza. Puerto Deseado, infatti, è caratterizzata da Ria Deseado, che geograficamente sembra un fiume, ma in realtà è l’acqua oceanica che entra per ben quaranta chilometri nell’entroterra. L’acqua è cristallina e visitando Ria Deseado è possibile ammirare otarie, cormorani, toninas (VIDEO) e pinguini…insomma, uno spettacolo! Consiglio l’ottima agenzia Viking.

 

  Costa della Patagonia argentina: Puerto Madryn

Il modo più veloce per raggiungere Rada Tilly è utilizzare la famosa Ruta 3, che collega Buenos Aires a Ushuaia. Questa strada è caratterizzata da rettilinei infiniti (ne ho calcolato uno lungo 25 chilometri), con pochissimi centri abitati e con scarse stazioni di servizio. Bisogna, dunque, calcolare bene le distanze prima di mettersi in viaggio. Il centro turistico principale della costa argentina patagonica è sicuramente Puerto Madryn. La città è piacevole ed è un’ottima base per fare le escursioni citate sopra. Inoltre, a Puerto Madryn è possibile fare una bellissima attività: snorkeling con le otarie! Ho fatto questa escursione grazie ad Argentina On the Go ed è stata spettacolare: dura circa quattro ore in totale, e permette di nuotare, con una muta, per 40 minuti con le splendide otarie! Ecco qui un video!

 

OLTRE ALLA COSTA DELLA PATAGONIA ARGENTINA POTREBBERO INTERESSARTI….

La bellezza di Bariloche

Il nord dell’Argentina

Itinerario di un mese in Argentina

Trekking in Patagonia

 

INFORMAZIONI UTILI SULLA COSTA DELLA PATAGONIA ARGENTINA

 

  • La costa della Patagonia argentina è visitabile tutto l’anno. Il periodo migliore per visitare la costa della Patagonia argentina è correlato alle stagioni degli animali. Ad esempio, la balena franca austral bazzica da queste parti da luglio a dicembre, i pinguini da ottobre ad aprile, le toninas sempre, le orche da febbraio ad aprile e da ottobre a novembre.

 

  • Per questo motivo, la costa della Patagonia argentina è visitata tutto l’anno. In inverno molti turisti visitano la zona di Puerto Madryn per vedere le balene, mentre d’estate, soprattutto a gennaio e febbraio, vi è tanto turismo balneario, soprattutto a Las Grutas e Rada Tilly.

 

  • Io ho viaggiato in questa parte dell’Argentina noleggiando un’automobile. Tante sono le agenzie specializzate che organizzano viaggi in questa zona, come ad esempio Argentina on the Go.

 

  • Le mie zone preferite della costa della Patagonia argentina sono Rada Tilly, Camarones e Puerto Piramides: l’ultima è un’ottima base per visitare la Peninsula Valdes.

 

  • Per visitare questa zona dell’Argentina consiglio di dedicare almeno una settimana. In realtà, molti turisti si fermano direttamente in una località balnearia senza muoversi più di tanto.

 

  • Ho mangiato molto bene ad Alma Patagonica a Camarones, la Chacha (empanadas) a Rada Tilly, Lo de Antonio a Las Grutas, Puerto Cristal e Matilde a Puerto Madryn, la Juliana de Mar a Playa Union   . Ho bevuto ottime birre (abbastanza care) a BeHops a Rada Tilly, Lo de Antonio a Las Grutas.

 

  • Per dormire consiglio Posada Marina Bella a Rada Tilly, Departamento Centrico VDL a Puerto Madryn. Ho spesso trovato da dormire utilizzando Airbnb.

 

  • Il modo più facile per raggiungere la costa della Patagonia argentina è raggiungerla con un volo che arriva a Puerto Madryn oppure a Trelew. Vi è anche la possibilità di raggiungere Puerto Madryn e la costa della Patagonia con il bus, ad esempio Andesmar.

 

2

Andrea, un viaggiatore da lungo tempo con una grande passione per trekking, bici e diving! Su travelsbeer.com potrete trovare tutte le informazioni e gli itinerari di viaggio scritti da Andrea: cinque continenti e tante vette conquistate intorno al mondo!

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.