Top
Cosa vedere a Mendoza, non solo vino!

Cosa vedere a Mendoza, non solo vino!

 

Vino, vino e vino: questa potrebbe essere la prima risposta alla domanda su cosa vedere a Mendoza! Partiamo da un fatto: questa città vanta, molto probabilmente, i migliori vigneti dell’Argentina. La visita dei vigneti di Mendoza è sicuramente una delle attività più importanti da fare, non solo a Mendoza, ma in tutta l’Argentina.

Mendoza non è solo vino, però! Ecco, dunque, una bella lista di cosa vedere a Mendoza!

 

 Tour dei vigneti di Mendoza

Come visitare i vigneti di Mendoza? Come prima cosa, ho preso un Uber che mi ha portato da Mendoza a Lujan de Cuyo (venti minuti, circa sette euro). A Lujan de Cuyo ho noleggiato una bici a Baccus Wine Bike Tours e ho pedalato nella zona dei vigneti. Ho fatto due giri, della durata di cinque/sei ore l’uno, pedalando all’incirca una ventina di chilometri.

In questo modo ho potuto conoscere alcune delle botteghe di vino migliori di Mendoza: Viamonte, Alta Vista e Gieco sono state le mie preferite. Generalmente bisogna prenotare la visita guidata sui loro siti internet: il costo varia (e l’inflazione in Argentina non mi aiuta a dirti un prezzo esatto), ma calcola circa 10 euro per tre bicchieri…ottimi bicchieri! Il mio preferito in assoluto è stato Rincon Gieco: mangiare un panino e bere un bicchiere di malbec con vista sul vigneto è stata un’esperienza meravigliosa! Ecco un VIDEO che dimostra la bellezza del luogo!

Un’altra opzione per visitare le cantine di Mendoza, senza utilizzare una bici, è quella di partecipare a un tour guidato, come questo di Civitatis.

 

 Mappa di cosa vedere a Mendoza e dintorni

Ecco una mappa che ti può aiutare nella visita di Mendoza e dintorni.

 

 Cosa vedere a Mendoza: Potrerillos e Cacheuta

Potrerillos e Cacheuta si trovano a circa un’ora di distanza in auto da Mendoza. Potrerillos è un piccolo bacino artificiale nato dopo la costruzione di una diga: vi sono tanti punti panoramici che permettono di ammirare lo splendido colore turchese di questo piccolo lago andino.

Cacheuta, invece, è un piccolo centro dove vi sono delle terme naturali: l’ingresso costa circa sei euro. Personalmente non ho avuto il tempo di visitarle, dando spazio alle attività che seguono.

 

 Cosa vedere a Mendoza: escursione sulle Ande

Proseguendo dal bacino di Potrerillos verso il confine cileno è possibile ammirare il ‘Puente del Inca’. Questo è un magnifico ponte naturale che attraversa il Rio Las Cuevas. Nei pressi del ponte fu costruito un albergo-spa che fu in seguito abbandonato. Studi storici affermano che gli inca sono arrivati fino a qui: il nome ricorda queste popolazioni peruviane. Il ponte, che si trova a quota 2700 metri, fa parte del patrimonio Unesco.

Poco dopo si raggiunge lo splendido punto panoramico che dà sull’Aconcagua. La strada che collega Mendoza a Santiago del Cile attraversa il passo Libertadores, che si trova nelle vicinanze dell’Aconcagua, che con i suoi 6952 metri è la vetta del Sudamerica.

Dopo il mirador, continuando verso il Cile, si raggiunge Las Cuevas, che è l’ultimo centro prima del confine. Negli ultimi anni è stato costruito un tunnel, ma tuttora è possibile ammirare il vecchio confine, presso Cristo Redentor de Los Andes, a quota 3854 metri: i dodici chilometri da Las Cuevas al Cristo sono sterrate e in condizioni non buone, ma le viste dalla vetta sono magnifiche! In cima vi sono anche un paio di negozietti.

Ho fatto quest’escursione seguendo questo tour di Civitatis, consigliatissimo!

 

 Cosa vedere a Mendoza: Villavicencio

Vi è un’ulteriore escursione da fare nei dintorni di Mendoza! A circa due ore dalla città mendocina vi è la Riserva Natural di Villavicencio, ricca di fauna e flora: è possibile, con un po’ di fortuna, ammirare guanachi e volpi. Nei pressi della Riserva vi è un altro hotel-Spa chiuso: Hotel Termas di Villavicencio vanta degli splendidi giardini e una cappella, e ho trovato la visita molto piacevole!

Dall’Hotel Termas ho continuato a guidare la mia automobile a noleggio fino alla Cruz de Paramillo, a quota 3000 metri. I venticinque chilometri sono sterrati, e spesso maltenuti: i punti panoramici sono veramente fantastici, e ho potuto ammirare una quantità di guanachi incredibile. Ho anche incontrato un paio di piccole volpi, VIDEO!

Alla Cruz de Paramillo le condizioni della strada migliorano ed è possibile continuare fino a Uspallata, dove sono rientrato nella strada che porta al Cile, citata nel punto precedente.

Senza automobile, si può partecipare ad un tour, che però non passa dalla Cruz de Paramillo: questo è il link. 

 

 La città di Mendoza

Come hai potuto notare, quasi tutte le attività descritte non si trovano nel centro di Mendoza ma nei suoi dintorni. Effettivamente, Mendoza è un ottimo luogo per fare base e conoscere le meraviglie naturali delle Ande. La città, comunque, è molto interessante: il suo centro è la bella Plaza Indipendencia. Il parque San Martin è molto bello (ti sconsiglio di visitare questa zona nelle ore notturni) e nel centro storico vi sono tantissimi bar e ristoranti dove bere e mangiare ottimamente (li descrivo nella parte dedicata alle informazioni utili).

La Peatonal Sarmiento è un bel posto per fare una camminata: vi sono tanti bar e negozietti interessanti!

A Mendoza piove poco, ma le piogge potrebbero essere torrenziali. Tra marciapiedi e strada vi sono delle acequias, veri e propri fossati profondi anche un metro abbondante: bisogna prestare attenzione, soprattutto dopo aver bevuto vino!

 

OLTRE A COSA VEDERE A MENDOZA POTREBBERO ANCHE INTERESSARTI …

La Patagonia!

Costa patagonica argentina!

La Peninsula de Valdes!

La bellissima Buenos Aires!

 

INFORMAZIONI UTILI SU COSA VEDERE A MENDOZA

 

  • A Mendoza ho dormito bene all’Hotel Alexander, a soli 7 minuti a piedi da Plaza Indipendencia.

 

  • Dove mangiare a Mendoza? Consiglio assolutamente La Lucia, La Barra vinos& carnes, La Estancia.

 

  • Dove bere birra a Mendoza? Il vino mi piace, e il malbec di Mendoza è incredibilmente buono. In Argentina, però, ci sono tantissime birrerie che meritano una visita e Mendoza non scherza con la qualità! La via con il maggior numero di bar è Aristides, dove ho bevuto ottime birre a Chachingo e Antares. A Mendoza è possibile trovare anche le birrerie più famose della Patagonia, come Berlina. La Central Vermuteria, infine, è un ottimo bar dove bere Vermut e liquori vari, tra cui ovviamente il fernet cola.

 

  • Vi sono tante società che noleggiano automobili a Mendoza. Alcune strade, come ad esempio quella che porta alla Cruz Paramillo, sono vietate da queste compagnie in quanto potenzialmente pericolose. Io ho noleggiato la mia automobile a Hertz, in Plaza Indipendencia: i prezzi sono tendenzialmente cari.

 

  • Mendoza non è una città cara. I prezzi in Argentina sono volatili in quanto l’inflazione è alle stelle, ma mediamente pagavo 8 – 10 euro nei ristoranti sopracitati, mangiando parrillas (carne grigliata) eccezionalmente buona. Una birra media costa attorno ai due euro.

 

  • Per visitare Mendoza con calma consiglio almeno quattro notti: una giornata è da dedicare alle botteghe di Lujan Cujo, due alle escursioni sopracitate, una alla città.

 

  • Mendoza è una città relativamente sicura, come tutte le grandi città. Il centro è tranquillo, ma la zona del Parque San Martin potrebbe essere pericolosa nelle ore serali. Calle Aristides è tranquilla di sera, ma per ritornare in hotel è meglio chiamare un Uber.

 

  • Spero di tornare a Mendoza, c’è una vetta alta 6952 metri che mi chiama!
1

Andrea, un viaggiatore da lungo tempo con una grande passione per trekking, bici e diving! Su travelsbeer.com potrete trovare tutte le informazioni e gli itinerari di viaggio scritti da Andrea: cinque continenti e tante vette conquistate intorno al mondo!

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.