Top
Cosa vedere a El Salvador, storia e natura!

Cosa vedere a El Salvador, storia e natura!

 

Cosa vedere a El Salvador, uno dei più piccoli Paesi del Centroamerica? Nonostante le sue piccole dimensioni, un viaggio a El Salvador è molto interessante. Date le sue piccole dimensioni, può essere tranquillamente unito con un viaggio in Guatemala o in Nicaragua.

El Salvador vanta una storia molto complessa, e una visita permette di conoscere parte di quanto avvenuto nell’ultimo secolo. In particolar modo, fino a cinque anni fa non era sicuro viaggiare a El Salvador. L’attuale governo, però, ha combattuto in modo deciso le bande organizzate (pandillas) e ha reso sicuro gran parte del Paese.

Nel secolo scorso le pagine più nere sono state negli anni ’30, quando vennero massacrati oltre 30.000 indigeni che lavoravano nelle piantagioni di caffè, e nel 1980, quando venne ucciso il sacerdote Romero, colpevole di aver accusato il governo per le sue malefatte.

 

 Cosa vedere a El Salvador: vulcano Santa Ana

Quanti sono i vulcani in El Salvador? Oltre 170! Come tutti i Paesi del Centroamerica, El Salvador vanta un numero elevatissimo di vulcani, di cui una decina di questi sono attivi. La scalata al vulcano Santa Ana è sicuramente una delle cose da non perdere in un viaggio in El Salvador. Il vulcano Santa Ana è il più alto di El Salvador e raggiunge i 2.381 metri. Per raggiungere la vetta bisogna camminare quattro chilometri, con un dislivello di 450 metri: è una camminata facile, adatta a tutti. Ho visto, infatti, famiglie intere raggiungere la vetta! Le viste sono magnifiche! Infatti, il vulcano Santa Ana vanta uno splendido cratere e dalla sua vetta è possibile ammirare l’oceano Pacifico, i vicini vulcani Cerro Verde e Izalco, il lago de Coatepeque.

Il vulcano Santa Ana era chiamato Ilamatepec, che significa vulcano dell’anziana. L’ultima sua eruzione risale al 2005, ed è ancora attivo.  Anche il vicino vulcano Izalco è tuttora attivo: veniva denominato ‘il faro del Pacifico’ per la sua attività, visibile dai marinai che solcavano l’Oceano.

Il modo più facile per visitare il vulcano Santa Ana è quello di partecipare a un tour organizzato, come ad esempio questo.

Lascio un video che rappresenta la bellezza del posto, disponibile qui.

 

 Cosa vedere a El Salvador: ruta de las Flores

La Ruta de las Flores fa parte delle cose da non perdere in un viaggio a El Salvador. Questa strada prende il nome dai fiori delle piantagioni di caffè, che si possono incontrare continuamente lungo la strada. La Ruta de las Flores è contraddistinta da cinque piccoli paesi: Nahuizalco, Salcoatitan, Juayua, Apaneca e Concepcion de Ataco. In una visita di una giornata ho potuto apprezzare Nahuizalco e Ataco: il primo vanta un bellissimo mercato dove è possibile degustare le specialità di El Salvador (spicca la pupusa, impasto di farina e mais, arricchito da carne, formaggio o fagioli) ed un piccolo museo che racconta il massacro subito dagli indigeni negli anni ’30. Ad Ataco, invece, è possibile ammirare vari murales che raccontano le tradizioni locali.

La mia visita è stata completata con uno splendido punto panoramico che permette di ammirare la catena vulcanica, una visita ad un’industria di caffè e un bagno tonificante alle Termales de Santa Teresa. Il modo più facile per visitare la Ruta de las Flores è quello di partecipare ad un tour, come questo.

 

 Cosa vedere a El Salvador: lago de Coatepeque

Il lago de Coatepeque è un’autentica meraviglia. Spesso è possibile ammirare la bellezza di questo lago al ritorno del tour che porta alla vetta del vulcano Santa Ana, oppure alla fine del tour che porta a la Ruta de las Flores. Questo lago è una caldera vulcanica: vederlo dall’alto è bellissimo!

Un’altra cosa bellissima da fare è bagnarsi nelle acque del lago de Coatepeque. Una ottima opzione è quella di fermarsi a dormire presso l’hotel Cardedeu, oppure mangiare nel suo ristorante, avendo così a disposizione la spiaggia per fare un bagno nelle acque, non fredde, del lago.

 

 Cosa vedere a El Salvador: San Salvador

San Salvador è la capitale di El Salvador e merita assolutamente una visita. Nella piazza principale, Plaza Gerardo Barrios, di San Salvador è possibile ammirare la cattedrale, la nuova biblioteca e il palazzo governativo. Nella cattedrale di San Salvador il monsignor Romero difendeva, durante le sue omelie, il popolo, attaccando il governo. Nel 1980 Romero venne ucciso dalle forze governative nelle vicinanze della cattedrale. Nel periodo natalizio Plaza Gerardo Barrios è addobbata per le feste e, in alcuni giorni, il comune di San Salvador distribuisce cibo gratis alla cittadinanza.

A solo due isolati di distanza vi è un’ulteriore piazza, Plaza Libertad, dove vi è la chiesa del Rosario. Questa chiesa è diventata famosa per la sua struttura particolare interna, senza colonne. Inizialmente la costruzione della chiesa era osteggiata dal Vaticano, che non approvava la sua modernità: ora, invece, è molto apprezzata.

La zona migliore per dormire a San Salvador è la zona Rosa, dove vi sono anche vari bar e ristoranti. La zona Rosa dista circa mezz’ora, dieci euro con Uber, dal centro.

 

Oltre a cosa vedere a El Salvador potrebbero anche interessarti …

 

Un viaggio in Guatemala!

Tre settimane in Messico!

Un viaggio in Costarica!

Cosa vedere in Nicaragua!

 

INFORMAZIONI UTILI SU COSA VEDERE A EL SALVADOR

 

 

  • Ho dedicato solo tre giorni alla visita di El Salvador. Avrei apprezzato altri due giorni, aggiungendo così la spiaggia di El Zonte, famosa per il surf.

 

  • In El Salvador è legale il bitcoin, considerato moneta nazionale alla stregua del dollaro statunitense.

 

  • La stagione migliore per visitare El Salvador va da novembre a maggio. Negli altri mesi vi è la stagione piovosa, che potrebbe compromettere la scalata al vulcano Santa Ana.

 

  • El Salvador è sicura attualmente. Non mi sono mai sentito in pericolo.

 

  • A San Salvador consiglio di dormire nella zona Rosa: mi sono trovato bene al Cardedeu Express. A Cadejo Brewing si beve e si mangia molto bene, mentre in centro consiglio il club La Dalia, che è anche un posto per giocare a biliardo.

 

  • Cosa mangiare a El Salvador? Oltre alla pupusa descritta prima, spiccano i tamales (mais mescolato con strutto, sale e zucchero, generalmente servito su una foglia di banano), le zuppe di gallina e las riguas, similari ai tamales ma arricchiti da formaggio, carne o fagioli (eccellenti!).
1

Andrea, un viaggiatore da lungo tempo con una grande passione per trekking, bici e diving! Su travelsbeer.com potrete trovare tutte le informazioni e gli itinerari di viaggio scritti da Andrea: cinque continenti e tante vette conquistate intorno al mondo!

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.