Top
Lago di Serre-Poncon in bici: panorami spettacolari!

Lago di Serre-Poncon in bici: panorami spettacolari!

 

Il giro del lago di Serre-Ponçon in bici è una vera e propria chicca per gli amanti delle due ruote. Infatti, questo lago offre viste spettacolari, una storia (recente) molto interessante e cittadine che meritano una visita! Ho pedalato per gran parte del lago di Serre-Ponçon durante un blog tour organizzato da Alps Epic e dall’ufficio turistico di Serre-Ponçon e con il sostegno finanziario del programma europeo INTERREG ALCOTRA. Nei miei tre giorni ho notato un grande rispetto per i ciclisti: è un segno che le strutture turistiche e politiche si stanno muovendo insieme con lo scopo di diffondere il più possibile il ciclismo.

 

 Come arrivare al lago di Serre-Ponçon e mappa del lago di Serre-Ponçon

Il lago di Serre-Ponçon è facilmente raggiungibile dall’Italia. Il modo più semplice è arrivarci in automobile: Embrun dista circa tre ore da Torino. Per raggiungere Embrun si segue prima l’autostrada che passa per la val Susa, si esce ad Oulx est e si passa il Monginevro. Da qui si raggiunge prima Briançon e poi Embrun.

Il Monginevro è un colle mitico per i ciclisti: l’ho scalato durante il mio giro dei passi tra Italia e Francia.

D’inverno il Monginevro è chiuso. Il modo più facile per raggiungere quest’area è quello di utilizzare la galleria del Frejus.

 

 

 La storia del lago di Serre-Ponçon

Il lago di Serre-Ponçon vanta una storia breve, ma intensa. Infatti, tra il 1955 ed il 1960 venne costruita un’imponente diga. Questo lavoro mastodontico fu reso necessario dalla furia della Durance: questo meraviglioso fiume faceva danni ai raccolti, ed una diga sarebbe stato un ottimo modo per frenare gli eccessivi straripamenti. Inoltre, la creazione della diga aveva portato vantaggi energetici e, in seguito, turistici.

Si formò dunque il lago di Serre-Ponçon, il primo in Europa per capacità d’invaso. Il primo risultato fu l’evacuazione di circa 2.000 abitanti: Savines, Ubaye e Rousset furono le cittadine sacrificate. Inoltre, il viadotto di Chanteloube divenne un ponte terminante nel lago e la chiesetta di Saint Michel si trova su un isolotto per gran parte dell’anno.

Qui è possibile vedere un video la viadotto di Chanteloube.

 

 Giro del lago di Serre-Ponçon in bici: da Embrun alla diga di Serre-Ponçon

Il giro del lago di Serre-Ponçon inizia da Embrun: il centro storico è di notevole bellezza, e spiccano per importanza la cattedrale e la torre medievali. Da Embrun la strada inizia subito a salire: inizialmente si segue la Route des Puys, che attraversa gli abitati di Puy Sanieres e Puy Saint Eusebe. Avvicinandosi a Saint-Apollinaire le viste diventano sempre più panoramiche: nella stessa Saint-Apollinaire vi è un punto panoramico meraviglioso che dà sul lago di Serre-Ponçon.

Una bella discesa porta fino a Chorges, raggiunta dopo 30 chilometri. Qui inizia una bella salita, molto costante ma con dei tratti che si avvicinano alla doppia cifra, che porta ai 1110 metri del Col Lebraut. Le viste panoramiche sono ancora una volta superlative: una veloce discesa, seguita da una breve salita, portano alla famosa diga di Serre-Ponçon. Nei pressi di questa diga vi è il Museoscope du Lac: qui è possibile conoscere la storia di Serre-Ponçon.

 

 Giro del lago di Serre-Ponçon in bici: dalla diga di Serre-Ponçon all’Ubaye

Una bella discesa porta dalla diga di Serre-Ponçon al ponte di Espinasses, che divide il fiume Durance dal lago di Serre-Ponçon. Una volta superato il ponte è consigliato di lasciare la strada principale per passare dalle Gorges de la Blanche: la strada è molto meno trafficata ed è più panoramica. Il dazio da pagare, però, è il maggior dislivello.

Dopo essere rientrato sulla strada D900B, una salita porta all’ennesimo splendido punto panoramico sul lago di Serre-Ponçon: quando la D900B diventa D900, infatti, vi è un bello spiazzo sulla sinistra che permette di ammirare il lago in tutta la sua grandezza. Qui è possibile apprezzare il lago di Serre-Ponçon con il fiume Ubaye: inoltre, è possibile vedere la splendida strada che porta al Col du Pontis.

 

 Giro del lago di Serre-Ponçon in bici: dall’Ubaye a Embrun

Una discesa porta al ponte che separa il lago di Serre-Ponçon con il fiume Ubaye. Si passa il piccolo paese di Le Sauze du Lac, restando spesso e volentieri vicino al lago. Le difficoltà altimetriche sono ormai finite: un passaggio per Crots permette di evitare una parte della N94, una strada che potrebbe essere abbastanza trafficata, soprattutto nel periodo estivo.

 

 Giro del lago di Serre-Ponçon in bici: possibili deviazioni

Vi sono quattro deviazioni che, a mio parere, meritano parecchio. La prima deviazione, lunga circa quattro pianeggianti chilometri, è quella che porta al Viadotto de Chanteloube: questo, oltre ad essere un punto storico, è un ottimo posto per fare un bagno.

La seconda deviazione porta dalla diga al piccolo paese di Rousset: i tre chilometri di salita permettono di ammirare uno splendido villaggio montano immerso nel verde.

La terza deviazione passa per il Col de Pontis: il dislivello sale parecchio, ma i punti panoramici diventano spettacolari.

Infine, merita una citazione la Cappella di San Michele. Questa si trova su un isolotto, creatosi dopo la costruzione della diga. Nei mesi di aprile e maggio, però, il lago è più basso e si potrebbe raggiungere l’isolotto a piedi.

 

 Il lago di Serre-Ponçon in bici: giro più breve

Poco prima accennavo del Tour des Puys. Questo è un giro più facile: sono 46 chilometri, con 1100 metri di dislivello (traccia Komoot). Il tour descritto, quindi, non è comunque banale. Il Tour des Puys inizia da Embrun e segue inizialmente lo stesso itinerario del giro del lago. Poco dopo Saint’Apollinaire si prende la stretta strada che porta a Prunieres e, in seguito, alla N9 (che potrebbe essere trafficata): le viste, però, sono magnifiche!

Dopo aver apprezzato la Cappella di San Michele si pedala lungo la N9 per circa cinque chilometri. Senza imboccare il ponte di Savines, si gira a sinistra verso Puy-Sanieres: qui inizia una salita, a tratti ripida, che però offre straordinari punti panoramici sul lago di Serre-Ponçon.

Una volta terminata la salita si ritorna ad Embrun, stavolta in discesa!

 

POTREBBERO INTERESSARTI ….

La lavanda in Provenza!

Les gorges du Verdon!

La Loira in bici!

Langhe, Monferrato e Roero in bici!

 

INFORMAZIONI UTILI SUL GIRO DEL LAGO DI SERRE-PONCON IN BICI

 

 

  • Data la sua lunghezza, è possibile dividere il giro in due giornate. Consiglio due località, appena fuori dalla traccia. La prima è nel bel mezzo del Parco Nazionale Ecrins: 3 Cols a Les Gournieres potrebbe essere un’ottima opzione, anche per fare una camminata nel parco. La seconda opzione è un tipico albergo per ciclisti: La Lauzetane a Le Lauzet-Ubaye, utilizzato spesso anche dai professionisti del Tour de France.

 

  • Le stagioni migliori per percorrere il giro del lago di Serre-Ponçon in bici sono quelle primaverili e autunnali. D’estate, invece, le temperature possono essere decisamente alte ed il traffico insostenibile.

 

 

  • A Serre-Ponçon è possibile svolgere altre attività sportive: spiccano parapendio, rafting, kayak, mountain bike e gravel. Alps Epic ha organizzato anche dei giri del lago di Serre-Ponçon per gravel e mountain bike: in questi casi, però, sono necessari almeno tre giorni.

 

4

Andrea, un viaggiatore da lungo tempo con una grande passione per trekking, bici e diving! Su travelsbeer.com potrete trovare tutte le informazioni e gli itinerari di viaggio scritti da Andrea: cinque continenti e tante vette conquistate intorno al mondo!

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.